02/29520040   +39 3335634616   info@sicuradomus.com

Top

Casseforti

Una cassaforte è un ottimo modo di proteggere i vostri valori e stare tranquilli. Ne esistono tanti modelli, ma hanno in comune una cosa, sono difficili da aprire per i ladri. Nel nostro punto vendita vi aiuteremo a scegliere il modello più adatto alle vostre necessità e ad ottenere il massimo dai vostri soldi. Si parte da cifre contenute per i modelli base ma si può arrivare a spendere qualcosa di più se la cassaforte è più grande e complessa. Oltre al budget è fondamentale considerare quanto spazio si ha a disposizione e la collocazione della cassaforte.

Le principali tipologie di casseforti  che consigliamo sono due:

  • Cassaforte a muro (o a pavimento)
  • Cassaforte a mobile

Tra questi due tipi il primo è il più sicuro, la tendenza dei ladri è infatti quella di rimuovere la cassaforte dal luogo in cui si trova e portarsela via, in questo modo infatti hanno tutto il tempo necessario per aprirla in tranquillità, senza rischiare di essere scoperti.

La cassaforte a muro o a pavimento è preferibile purché venga installata correttamente. Deve essere ancorata al muro attraverso viti e bulloni particolarmente resistenti altrimenti è una precauzione del tutto inutile. In particolare, la cassaforte a muro non va mai ancorata a materiali deboli o di media resistenza come:  legno, gesso o cartongesso o mattoni/laterizi e forati in genere.

E’ necessario che la cassaforte, per rimanere fissa nel luogo dove abbiamo deciso di metterla sia invece ancorata a materiali resistenti come: calcestruzzo/cemento, pietra dura e barre di metallo a loro volta fissate al cemento o alla pietra.

Purtroppo, non sempre questo è possibile, perché spesso non si considera l’installazione di una cassaforte durante la costruzione dell’immobile, ma si interviene in un secondo tempo quando i muri sono già stati realizzati. Ecco dunque che la ristrutturazione di un immobile può essere un ottimo momento per l’installazione di una cassaforte sicura. Quando non ci è possibile ancorare saldamente la cassaforte al muro, non abbiamo altra alternativa se non quella di installare una cassaforte mobile. Dal momento che una cassaforte mobile è, per sua natura, più facile da trasportare di una cassaforte fissa o a muro, il nostro consiglio è quello di occultarla accuratamente, in modo da rendere difficile per i ladri individuarla. Occultare una cassaforte, del resto, è sempre buona norma per evitare attenzioni indesiderate, per cui suggeriamo di installarne una in un luogo riparato da occhi indiscreti e da accessi occasionali da parte di estranei. La posizione dove installare la cassaforte risulta inoltre un punto cruciale per il livello finale di sicurezza raggiunto. Se la cassaforte viene installata in un muro a contatto con l’esterno, infatti, ladri senza scrupoli potrebbero pensare di strapparla letteralmente dal muro con l’aiuto di un mezzo quale l’automobile o un furgone abbastanza potente. La scelta della posizione di una cassaforte dovrebbe tener conto anche di questo fattore, per rendere difficile, se non impossibile, manovre come quella discussa qui sopra.

Per individuare un’ottima cassaforte, è importante definire quali sono le caratteristiche che questa deve avere, prendendo in considerazione ogni singolo componente della cassaforte.

Lo sportello della cassaforte è forse la componente più critica di una cassaforte di qualità, nel portello, infatti si trova il meccanismo di apertura, che è poi il modo di accedere al contenuto,  il funzionamento di questa apertura non è un dettaglio trascurabile. Oltre a questo, l’apertura deve resistere ai tentativi di effrazione dei ladri, per cui è una componente doppiamente importante per scegliere la migliore cassaforte sicura. Lo sportello deve avere una cornice a corpo unico, cioè, un solo pezzo con la cassa, o comunque che sia saldata in modo resistente, per evitare che i ladri riescano in qualche modo a separare il corpo dalla cornice, il che equivarrebbe ad aprire la cassaforte senza intervenire sullo sportello. Sportello e cornice devono inoltre chiudersi a filo, per far si che sia impossibile inserire qualcosa per far leva e forzare l’apertura.

Le cerniere della cassaforte inoltre, meritano particolare attenzione in quanto, essendo parti in movimento devono essere studiate per fornire la massima resistenza a tentativi di scasso o di sfondamento. Devono dunque essere realizzate in materiali resistenti, che siano saldate in modo assolutamente impeccabile e che aderiscano nel miglior modo possibile allo sportello.

Le battute, cioè le parti della cassa su cui si appoggia lo sportello in chiusura, devono essere rinforzate, per resistere a forze importanti, come quelle dei colpi che potrebbero ricevere e ai tentativi di sfondamento. Battute rinforzate e solide vanno su tutti i lati della cassa. In questo modo si rendono le battute antisfondamento, e si aggiunge un grado di sicurezza importante alla cassaforte.

Il peso di una cassaforte non è un fattore fondamentale nella sicurezza anti-effrazione, ma gioca un ruolo importante, soprattutto quando consideriamo la possibilità che i ladri rimuovano fisicamente la cassaforte dal luogo in cui è posta per aprirla con calma altrove. Una cassaforte pesante, in questo modo, crea ai ladri una difficoltà in più.

Il tipo di chiusura di cui dispone la cassaforte è un’altra variabile fondamentale da considerare: se si tratta di un sistema a combinazione meccanica oppure elettronica. Esistono anche sistemi di chiusura combinati, che abbinano per esempio ad una chiusura meccanica a combinazione la classica chiave, ma se la cosa più importante è senza dubbio la sicurezza del prodotto è utile anche trovare quella con il sistema più comodo da aprire per chi è in possesso della combinazione.

Il valore della cassaforte, una buona cassaforte può arrivare a costare anche centinaia di euro, ma le ragioni di questo costo sono tutte valide. La lavorazione di una cassaforte di qualità garantisce una maggiore tenuta agli scassi, una robustezza superiore, una maggiore durata nel tempo. Una buona cassaforte può rallentare i ladri per ore, e questo potrebbe bastare a farli desistere dal furto, e in questo fatto è sicuramente il valore più importante di una buona cassaforte.

Una buona cassaforte, oltre ad essere un prodotto anti-effrazione, può anche essere ignifuga, quindi in grado di resistere ad un incendio. Non sono solo i ladri da temere, ma anche altre situazioni di pericolo; un incendio costituisce un rischio importante di perdere i valori ed è bene tutelarsi con prodotti di qualità che offrano il maggior numero di garanzie.

Le casseforti di miglior livello qualitativo vengono marchiate secondo la normativa UNI 10868, che regola i “mezzi di custodia – requisiti per la classificazione e metodi di prova per la resistenza all’effrazione – casseforti per uso privato”. La norma UNI 10868 regola infatti alcune caratteristiche fondamentali, ad esempio le dimensioni minime e massime, le caratteristiche dei vari componenti e la resistenza allo sfondamento e alle fiamme. Ogni cassaforte certificata ha una garanzia aggiuntiva, perché la conformità alla norma UNI produce un attestato con i risultati dei test anti-effrazione effettuati in laboratorio. Se una cassaforte è conforme, il produttore deve obbligatoriamente marcare la cassaforte con il seriale e la norma UNI di riferimento.

Una gamma vasta di prodotti selezionati per voi:

  • Casseforti Cisa
  • Casseforti Technomax
  • Casseforti Juwel
  • Casseforti Mottura
  • Casseforti Stark
  • Casseforti Marco Polo
  • Casseforti Sicurbox