02/29520040   +39 3938738755    info@sicuradomus.com

Top

Installazione impianti di videosorveglianza a Milano

Installazione impianti di videosorveglianza a Milano

Il numero di richieste d’installazione di impianti di videosorveglianza a Milano è in continuo aumento, in linea con i dati riguardanti il resto delle città italiane.

Una delle questioni più “calde” e dibattute nel nostro Paese, infatti, è senz’altro quella riguardante la sicurezza generale. Spesso si sente pronunciare la frase “non possiamo più uscire di casa”, specialmente da parte di coloro che vivono nei quartieri più periferici e soffrono maggiormente una situazione di illegalità crescente e di scarso controllo. Tuttavia, la percezione comune è di non potersi sentire tranquilli nemmeno all’intero delle proprie mura, visto l’aumento delle rapine e dei furti messi a segno nelle abitazioni. E’ un problema che interessa anche le grandi città, come ad esempio Milano, dove i numeri evidenziano che i furti sono in calo rispetto al recente passato, ma rappresentano ancora una piaga che limita la qualità della vita dei cittadini che risiedono nel capoluogo lombardo.

Stando ai dati forniti dal Comune di Milano, i furti in abitazione nel 2017 sono stati 6.391, mentre il dato di un paio d’anni fa riguardante i furti messi a segno in tutta la provincia evidenziava 18.101 irruzioni. Per questo, anche i cittadini milanesi si stanno dotando sempre più degli opportuni sistemi di sicurezza per rendere la propria abitazione “a prova di ladro” e dormire sonni tranquilli. Negli ultimi tempi si fanno sempre più largo gli impianti di videosorveglianza, particolarmente efficienti: tuttavia, come per ogni antifurto, c’è da operare una scelta tra i vari strumenti a disposizione, tenendo ben presente le esigenze personali.

Come ormai più che noto, il sistema di videosorveglianza consente di vigilare sulla propria casa anche a distanza, tramite l’utilizzo di telecamere che forniscono immagini in tempo reale sugli interni e sugli esterni dell’appartamento. I sistemi possono essere molto semplici, con soltanto due telecamere, che sono i più adatti per coloro che desiderano una videosorveglianza ma non sono in grado di spendere una cifra troppo alta. Chiaramente va presa in considerazione la dimensione dell’abitazione: se siamo di fronte ad un classico appartamento condominiale due o al massimo quattro telecamere possono essere ampiamente sufficienti. Nel caso il sistema debba “proteggere” abitazioni isolate, magari delle vere e proprie ville, ecco che un sistema a otto o a sedici telecamere può essere certamente il più idoneo per “coprire” interni e esterni (ovviamente va calcolata una spesa più alta).

Ma quali sono gli impianti di videosorveglianza più gettonati? Nel corso degli anni anche la tecnologia riguardante la sicurezza ha goduto di importanti evoluzioni, che permettono oggi all’utente una vasta scelta sul dispositivo migliore da installare. Tra i sistemi più diffusi c’è sicuramente l’impianto di videosorveglianza IP, che ormai si trova facilmente non solo nelle abitazioni ma anche negli uffici o nei luoghi pubblici. Questo sistema permette di vigilare da remoto il luogo interessato senza l’impiccio di cavi o installazioni particolarmente complesse. La videosorveglianza IP è spesso integrata dal supporto Wi-Fi (over IP), che permette al sistema di controllare l’appartamento tramite il Wireless: basta collegarsi al router presente all’interno del proprio appartamento (fondamentale tenerlo sempre acceso, ndr).

Tuttavia il sistema basato sul wireless può presentare qualche problema di connessione. Ecco perchè alcuni continuano a preferire i sistemi di videosorveglianza cablati, anche se in questo caso è necessario avere tutti i dispositivi ad una distanza ridotta per garantire la trasmissione del segnale.

Una grande peculiarità dei moderni impianti di videosorveglianza è anche l’autoconfigurazione, che permette di eseguire il setup dalla propria rete di videosorveglianza. Ma la caratteristica principale portata dall’innovazione tecnologica in questo settore è senza dubbio la telecamera Speed Dome, strumento di altissimo livello dotato di zoom particolarmente potente, capace di catturare anche il più piccolo dettaglio grazie alla messa a fuoco automatica. Le telecamere Speed Dome possono essere comandate a distanza tramite una linea seriale collegata ad un’apposita console, che però necessità di una persona che la gestisca.

Installare un impianto d’allarme antintrusione e di videosorveglianza può risultare anche meno costoso di ciò che si pensi. La legge di stabilità 2017 ha infatti prorogato il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie – quindi anche l’installazione di telecamere per la sicurezza, ndr – che opera sotto forma di detrazione dell’IRPEF: ciò significa che le spese sostenute fino al 31 dicembre 2018 sono detraibili nella misura del 50%. A partire dall’anno di conseguimento della spesa, l’ammontare della cifra che è possibile detrarre viene ripartita in 10 rate di importo costante che annualmente vanno a ridurre la quota IRPEF dovuta.