02/29520040   +39 3335634616   info@sicuradomus.com

Top

Sistemi d’allarme a Pioltello

Sistemi d’allarme a Pioltello

Sicura Domus installa sistemi d’allarme a Pioltello.

Furti, rapine, atti vandalici sono eventi all’ordine del giorno a Pioltello, così come in tutta la provincia di Milano.

Sono molte le situazioni che possono spingere la popolazione ad avvertire sempre di più l’esigenza di una maggiore sicurezza, che possa garantire la salvaguardia dei propri beni e anche l’incolumità di sé stessi e dei propri cari. Non passa giorno senza che la cronaca sia interessata da notizie che riguardano furti a danno di abitazioni, negozi e aziende. Oltre a causare un danno economico, gli atti criminali di questo tipo provocano anche problemi psicologici a chi li subisce. Per questo c’è bisogno di rendere sicure il più possibile le strutture di proprietà: le case prima di tutto, ma anche negozi, uffici, garage.

I dati su furti e rapine a Milano e provincia che vengono pubblicati periodicamente, mostrano una tendenza in netto aumento. Anche a Pioltello, comune di 37.000 abitanti situato a circa 6 km ad est di Milano, i cittadini stanno provvedendo ad installare impianti d’allarme che, si spera, favoriscano una maggiore sicurezza. Pioltello, come la maggior parte dei comuni che si trovano in questa zona, è caratterizzata da un centro storico piuttosto antico con spiccata presenza di negozi e attività commerciali e da quartieri residenziali molto popolosi, sorti soprattutto tra gli anni ’60 e ’70 e spesso di difficile gestione. San Felice è il più conosciuto.

Sono specialmente le persone che vivono in queste zone residenziali quelle più preoccupate dall’ondata di furti che sembra non avere tregua. La soluzione è quindi dotare la propria abitazione dei migliori sistemi di difesa in circolazione. Oltre all’introduzione di “rinforzi” che certamente fungono da deterrente per i criminali, come ad esempio le porte blindate, i cancelli automatici e le grate di ferro alle finestre, è opportuno rivolgersi a ditte esperte per l’installazione di sistemi d’allarme all’avanguardia, capaci di segnalare qualsiasi presenza sospetta e avvertire i proprietari di casa.

A chi rivolgersi per una consulenza sul sistema d’allarme da installare? Dato che stiamo parlando di sicurezza, e in molti casi di quella della propria famiglia, serve affidarsi personale adeguatamente preparato e qualificato, che sappia mettere a disposizione un certo bagaglio di competenza, oltre che la giusta professionalità. Una ditta attiva da anni nel settore e stimata dalla clientela, effettuerà un sopralluogo nell’abitazione, nel negozio o comunque nella struttura interessata, consigliando al cliente il miglior sistema d’allarme in base alle caratteristiche dell’edificio e anche alla possibilità di spesa. Al budget bisogna sempre guardare con attenzione, ma il consiglio è di non accontentarsi di sistemi poco efficaci.

Venendo ai dettagli dei sistemi di allarme, va precisato che in commercio se ne trovano soprattutto due tipologie. Il sistema d’allarme con fili resta ancora uno dei più diffusi, nonostante negli ultimi tempi siano emerse delle criticità logistiche che stanno convincendo le persone ad optare per altre soluzioni. I sistemi con fili, infatti, richiedono un intervento invasivo sui muri, che vengono forati per far passare appunto i fili del sistema. Oltre a comportare una spesa maggiore, questa modalità non convince soprattutto i negozianti, che non amano la resa “estetica” dei fili visibili al pubblico. Al contrario, il sistema d’allarme senza fili – basato sulla tecnologia wireless – consente di non intervenire sui muri e di conseguenza anche di spendere meno.

Il dubbio maggiore è quello che riguarda appunto il wireless, dato che a volte il segnale può essere scarso. Se si sceglie questa tipologia di sistema d’allarme, è quindi opportuno avere una connessione molto potente, così da avere la strumentazione sempre perfettamente funzionante. La tecnologia wireless mette in contatto centralina, sensori e sirene. I sensori individuano la presenza sospetta e inviano “l’informazione” alla centralina, che fa scattare l’allarme vero e proprio: un sonar acustico, che nei sistemi più moderni giunge direttamente alle forze dell’ordine per consentire un intervento celere.